domenica 22 aprile 2018
VENJULIA TRIESTE – RUGBY FELTRE 46 a 21 (primo tempo 29 a 16)
Ottava giornata serie C girone promozione
Formazione del Venjulia Rugby Trieste:
Primieri, Esposito, Russo, Pettirosso, Zornada, Steel, Sponza (cap.), Zubin, Tommasini, G. Miccoli, Godina, Fassina, Iachelini, Paris, Bencich
A disposizione: B. Miccoli, Feltrin, Fiumara, Bregant, Vanon, Chittaro, Fertonani

Una incredibile cornice di pubblico (oltre settecento spettatori) ha assistito alla partita piu’ importante della stagione. Il Venjulia Trieste infatti ha ospitato i Tori di Feltre, squadra seconda in classifica ed unica ad aver battuto i giuliani in tutto il girone promozione nella partita di andata. Feltre decisa a vincere per agganciare in vetta con un gioco veloce ed incisivo. In ballo la promozione in serie B.
Subito al primo minuto una doccia fredda: Trieste sembra attaccare bene ma l’estremo dei trequarti feltrini Matteo Boschet intercettava un pallone gestito male e trovava la corsa buona per segnare. La meta veniva trasformata da un preciso Leonardo Corso.
Trieste ha avuto il merito di reagire immediatamente senza perdere concentrazione: prima al terzo minuto un calcio di punizione di Davor Paris accorciava il gap (3 a 7) poi al 7 minuto è Tiziano Godina Aad infiltrarsi nella difesa del Feltre per il momentaneo 8 a 7. Una punizione di Corso portava nuovamente avanti Feltre 10 a 8.
Al 20 minuto l’ottimo arbitro Meneghini comminava un giallo temporaneo alla seconda linea Strappazzon reo di un placcaggio alto ai danni di Zornada.
Con un uomo in meno Trieste ha preso fiducia ed al 25 ha marcato nuovamente con Russo e grazie alla trasformazione di Fassina ha portato il vantaggio sul 15 a 10. Caparbia la resistenza di Feltre che ha marcato al minuto 27 un calcio di punizione con il preciso Corso. (15 a 13). Sfonda Trieste con il tallonatore Esposito che segna in mezzo ai pali sia al 35° che al 40 minuto con due bellissime giocate di Miccoli. Entrambe le mete trasformate da Paris. Feltre oppone solo l’ennesima punizione di Corso al minuto 39.
Il primo tempo finisce così sul punteggio di 29 a 16 per Venjulia.
Devastante Trieste all’inizio della ripresa: al terzo minuto meta di Jamie Steel, sicuramente tra i migliori in campo. Paris realizza il 36 a 16. All’ottavo sale in cattedra Simone Zornada che finalizza una splendida azione personale e porta il risultato sul 41 a 16.
Al minuto 60 è Fassina ad essere giustamente sanzionato con il giallo e Feltre con il vantaggio di un giocatore in campo cerca di recuperare: la pressione si concretizza al 33 minuto con la seconda meta personale di Matteo Boschet trasformata da Corso.
Ma Venjulia conclude la partita con una splendida discesa di Zornada che realizza la seconda meta e segna il definitivo 46 a 21.
La partita è stata molto corretta. Molto ben arbitrata dal sig. Meneghini, forse il miglior arbitro visto a Trieste durante la stagione. Feltre è una squadra forte, forse penalizzata per le assenze in mischia e frenata dal grande caldo e dalla ottima difesa di Trieste. Dopo una prima mezz’ora equilibrata, Venjulia ha preso meritatamente il sopravvento. Il merito forse nella migliore preparazione atletica frutto del lavoro di Vincenzo Capozza.
Trieste vincendo ha le porte spalancate verso la promozione in serie B: con dieci punti di vantaggio sul Feltre ancora secondo e due partite da giocare a Belluno ed in casa col Pordenone la matematica richiede solo un punto per la festa definitiva.
Una promozione che Trieste attende dal 1974.
Altri risultati Pordenone – Conegliano 62 a 24
Belluno – Villadose 50 a 10
Classifica Venjulia 35 Feltre 25 Belluno 24 a seguire le altre

(testo di Alessandro Carbone – foto in evidenza di Stefano Savini)