Codice di Comportamento per allenatori

  • Sii ben consapevole del potere che hai come allenatore nei confronti dei tuoi giocatori ed evita qualsiasi comportamento inadeguato e discriminatorio nei loro confronti. Dai a tutti i giocatori la possibilità di giocare, indipendentemente dalle loro capacità tecniche.
  • Utilizza un linguaggio accettabile, confidenziale e rispettoso e pretendi lo stesso comportamento dai tuoi giocatori. Insisti sul fair play e la disciplina.
  • Incoraggia i giocatori a rispettarsi l’un l’altro e pretendi il rispetto per il loro valore come individui, indipendentemente dal loro livello di gioco.
  • Sviluppa nella squadra il rispetto verso gli avversari, stimola l’aggressività positiva ma non tollerare il gioco violento, la rissa o il linguaggio volgare. Non tollerare simulazioni o atteggiamenti poco leali. Sii pronto ad allontanare dal campo un giocatore che commette queste infrazioni.
  • Sviluppa nella squadra il rispetto verso gli arbitri: sii il primo a non discutere mai con loro, ad essere collaborativo e a riconoscerne l’impegno. Accetta le sue decisioni, ringrazialo a fine gara e, se ha preso delle decisioni che richiedono un chiarimento, discutine lontano dai giocatori.
  • Sii generoso con le lodi quando sono meritate. Evidenzia e incoraggia le azioni e i comportamenti positivi dei tuoi giocatori. Non sgridare e non deridere i giocatori perché hanno fatto degli errori o hanno perso una partita.
  • Sii ragionevole nel richiedere ai giocatori tempo, energia ed entusiasmo, assicurandoti che i compiti e/o gli allenamenti siano adatti all’età, all’esperienza, alle capacità e alle condizioni fisiche e psicologiche dei giocatori. I giovani giocatori giocano per il piacere e per il divertimento – vincere non è il solo obiettivo – perciò poni degli obiettivi realistici alla squadra e ai singoli giocatori.